Le attività del LUCI sono finalizzate ad arricchire il curriculum tradizionale degli studenti con attività supplementari all’offerta didattica accademica, incentivando nuovi approcci all’imprenditorialità ed integrando conoscenza manageriale e scientifica. Il corso consolida le competenze accademiche dei partecipanti; sono promossi il team-working, le capacità di problem solving ed analisi delle opportunità imprenditoriali legate a specifiche conoscenze scientifiche e tecnologiche. Vengono poi potenziate le abilità trasversali e relazionali, anche nell’uso di strumenti innovativi per la presentazione delle idee, nonché l’elaborazione e l’accompagnamento dei progetti proposti dai team.

Nella fase iniziale dell’offerta formativa è previsto l’intervento di uno Special Advisor esterno che ha il compito di ascoltare e valutare le proposte degli studenti in materia formativa. Viene, quindi, effettuata una ricognizione delle esigenze, aspirazioni, aspettative ed iniziative dei partecipanti, tenendo in considerazione le sfide che caratterizzano il territorio. All’esito dello screening si individuano i talenti, le attività e le challenges su cui investire, assicurando sempre lo scambio tra fattori di forza dell’Ateneo e best practices diffuse sul territorio di riferimento.

Gli incontri formativi in aula previsti dal LUCI sono 10, ciascuno della durata di 6 ore complessive e strutturato in 3 aree complementari: 1) Impresa Basics; 2) Innovation Café; 3) Feed Your Idea.

1) Impresa Basics. Si forniscono le conoscenze di base su strumenti di analisi dell’innovazione e di sviluppo di un’idea. La formazione è erogata da professionisti, esperti ed operatori economici. L’area si articola nei moduli interdisciplinari seguenti: Business Model Canvas, Business Plan, Entrepreneur Game (simulazione di problem solving e gestione delle risorse umane in una start up); Autorevolezza ed Elevator Pitch: fai emergere la tua idea; Come si avvia un’impresa globale: profili giuridici; Proprietà intellettuale: come tutelare l’idea; Fonti di finanziamento per le start up e rischi; Il marketing, l’immagine, l’identità; Lo story telling dai filosofi greci alle serie tv; La strategia di branding come base per la comunicazione advertising; Social networks e innovazione nella comunicazione d’impresa.

2) Innovation Café. Si stimola la cultura d’impresa e l’approccio innovativo con testimonianze di imprenditori nazionali e locali, legati alle industrie ad alto contenuto culturale ed innovativo. È incoraggiata la partecipazione a questi incontri dei Mentor aziendali che si candidano a supportare poi, in fase di implementazione, le idee (si veda il paragrafo successivo). Sono coinvolti anche giovani imprenditori laureati presso UniMC al fine di presentare agli studenti un modello ideale che riduca il gap tra mondo accademico e innovazione.

3) Feed Your Idea. Sin dal primo incontro i partecipanti vengono impegnati in team multidisciplinari per elaborare la propria idea di impresa, business o policy. Ai partecipanti che, dopo aver frequentato l’80% delle attività, hanno anche presentato l’idea al Pitch Day finale, sono riconosciuti crediti formativi aggiuntivi.

 

A completamento del percorso sono previste visite presso aziende, incubatori e fablab aderenti alla rete di partner nazionali ed internazionali dell’UniMC. Sono organizzati light lunches e aperitivi culturali presso CreaHub e altre strutture cittadine esterne a UniMCLab, per promuove l’interazione tra studenti, docenti, imprenditori, investitori e sviluppatori. Inoltre, i team verranno stimolati ad organizzarsi in autonomia per lo sviluppo anche da remoto dei loro progetti.